Quanti libri

Letture e pensieri in libertà


Lascia un commento

Senza andar troppo lontano

Mi ha preso in contropiede, devo dire la verità. Non mi aspettavo che la letterua di “Oliva, signora d’Angera”, risultasse così piacevole. Si tratta di un romanzo storico romantico (come lo definisce lo incasella il sottotitolo) di Carlo Calcaterra, che di professione faceva il medico nelle terre del Novarese. Il libro ci restituisce, anche con i delicati tratti ironici propri dell’epoca in cui fu scritto, uno spaccato delle vicende che coinvolsero il corrotto clero milanese, fustigato agli esordi del secondo millennio dal diacono Arialdo e tutto proteso a difendere i propri insensati privilegi sino alla convocazione di un improbabile concilio di Fontanetto. Intessuto nel racconto storico un intrigo d’amore e di potere che aggiunge sapore alla lettura.

Annunci