Quanti libri

Letture e pensieri in libertà


Lascia un commento

La storia interrotta

Antonia Arslan ripercorre ne “La masseria delle allodole” i tragici eventi del genocidio armeno del 1915 in Turchia, forse il primo, in ordine di tempo, dei genocidi che brutalizzarono il ventesimo secolo. Lo fa narrando la storia di una famiglia numerosa e cosmopolita che subisce, in quei giorni terribili di primavera, inimmaginabili violenze e vessazioni mentre, dopo essere stata fisicamente privata di tutti i suoi componenti maschili, viene sospinta verso il deserto, là dove, nell’intenzione della famigerata Organizzazione Speciale, dovrebbe compiersi il suo destino. Mi è piaciuta la delicatezza con la quale la  Arslan riesce a raccontare il dissolvimento di una comunità, per mano violenta e rapace, ed anche l’umana resistenza di chi è rimasto a preservare la memoria di un piccolo popolo, la storia del quale altrimenti si sarebbe inevitabilmente interrotta.

Annunci